19/12/15

[XMas Hits - Vol I] Nabla Cosmetics: Ultime uscite!


Ciao a tutte ragazzeeee :D
Oggi è il turno di uno dei primi post dedicati al Natale e alla sua atmosfera, al trucco e ai preferiti e non del momento! Ho deciso di farlo per brand e non poteva non esserci Nabla Cosmetics in testa a tutti: in questi ultimi mesi sono state sfornate diverse novità e con Diana abbiamo cercato di selezionare le nuances migliori per ognuna :) senza scavalcare i nostri gusti personali. Fantastico è il post che Diana vi ha lasciato qualche giorno fa qui, dedicato all'ultima collezione in casa Nabla: Artika comprende moltissime tonalità che richiamano i paesaggi invernali, ghiacciati, artici appunto e i colori non potevano essere più azzeccati di così!




Secondo me non solo i colori di quest'ultima collezione sono azzeccati al tema scelto ma in perfetto accordo con il periodo, anche se non è una collezione "natalizia", con il classico rosso... Tutto al contrario! Troviamo Underground fra i rossetti proposti...!

Ma procediamo con ordine :D intanto vi mostro i Crème Shadow, gli ombretti in crema contenuti in una piccola jar trasparente. Per ognuno il tappino è rosso bordeaux satinato tono su tono, al di sotto c'è una capsula in plastica bianc che è attaccata al tappo. Sulla parte posteriore troviamo il colore, il PAO (6 mesi), la quantità (5 ml) e le info relative alla produzione.


Il primo che voglio mostrarvi è Aurora.









Qualcuno benpensante penserà a questa esagerata mole di foto su uno stesso prodotto... Benpensanti avete ragione! Ma non potevo limitarmi a poche foto per questo colore. Si tratta di un teal con una base grigiastra (e per questo va a anche a nozze con Babylon) e con piccoli riflessini e brillantini sia tono su tono che color argento. Si sfuma benissimo ma una volta che si fissa addio, non si toglie più. La profumazione è l'unica cosa che non gradisco dei Crème Shadows, ma ci si può passar su :P Fra i quattro in mio possesso, è leggermente quello più disomogeneo. Mi piace moltissimo nonostante questa caratteristica, che ben si risolve se tamponiamo sopra un colore simile (Babylon per restare in casa Nabla).

Il prossimo è Underpainting



Dei quattro è quello più secco e anche più difficile secondo me. Ma ho scelto con Diana questo colore perché mi serviva una base resistente in quei momenti in cui tutto deve resistere :) effettivamente copre benissimo le discromie ma occhio alla secchezza della palpebra: deve essere molto idratata altrimenti è facile che proprio per questa sua consistenza e per il fatto che tutti sono a presa rapida, le pellicine sono dietro l'angolo. Di tutti quelli in mio possesso è il più versatile, il più "utile" se vogliamo e mi piace moltissimo :)





Anche con Christine non ho certo risparmiato le foto :P Si tratta di un colore bellissimo, uno champagne rosato. Io non amo particolarmente i rosini vari ma devo dire che questa tonalità così luminosa e di un rosa più verso il cipolla (non ha NULLA del rosa baby o del rosa confetto!) verso il rosa antico, mi piace taaaaaantissimo, sia come base che da solo. L’ho ricevuto da pochissimo per cui il test è ancora w.i.p. ma posso dire che se cercate un colore luminoso e da tutti i giorni, questo fa per voi e ve lo consiglio spassionatamente (la mia amica Federica T. lo sa :D).  La precedente versione di Christine consisteva in un ombretto H2O che è stato rimosso. Dai paragoni di Diana, che possedeva già il primo Christine, posso dire che si equivalgono (se non per microscopiche differenze, date pure dall’effetto cremoso del nuovo Christine). La comodità di un ombretto in crema è però senza eguali :)





Per ultimo ma non ultimo: Caffeine! Caffeine è un color caffè (mamma mia la simpatia di questa donna, cioè  io) che però ha al suo interno dei glitterini oro che ravvivano ed esaltano il color marrone di base.  Tutti i miei Crème Shadows, fatta eccezione per Underpainting che è un mat, hanno una leggera satinatura e non risultano piatti ma meravigliosi e splendenti anche da soli (come basi poi non ne parliamo proprio!). Un colore passpartout e per “tutte” (da tenere a mente però i preziosi consigli armocromatici delle ragazze del blog di Armocromia).


Nella foto vedete da sx a dx: Uranus, Jupiter e Neptune
Un prodotto che per me ha bisogno ancora di un ulteriore test sono le nuove matite per sopracciglia :) Io ho ricevuto la Neptune, la Jupiter  e la Uranus. Sono estremamente sottili, dalla punta ultra fine e anche il loro pack è davvero slim ed elegante. Da una parte troviamo la mina retraibile, dall'altra il pettine classico. Diciamo che sono tutte e tre tonalità compatibili con le mie sopracciglia: c’è Neptune che è un color marrone neutro/caldo direi, più chiaro e meno neutro di Jupiter. Uranus invece è sempre un color marrone ma scuro e più freddo. La loro combo da risultati spettacolari, infoltendo senza appesantire. La consistenza è  mooooooolto dura: questo in una primissima impressione non mi ha molto entusiasmata, ma grazie a Diana e ai suoi suggerimenti ho capito che sbagliavo io ad applicarle. Con matite come Neve Cosmetics, Puro Bio, ma anche Sante in parte, cercavo di sfruttare questo effetto morbido a mio favore, temperando bene e avendo già dal primo momento un risultato visibile del colore. In queste matite è il contrario: piccoli e fuggevoli tratti, precisi e i peletti sono ricostruiti benissimo e non alla Marrabbio :P Con questo non voglio sminuire assolutamente la validità né di quelle Neve né delle altre da me citate con le quali mi trovo benissimo, ma sono due tipologie molto differenti di matite. Ultima caratteristica ma importante è che una volta fissate non si muovo più manco a pagarle…sono imbattibili su questo aspetto! 

Da sx a dx: Rouge Mon Amour, Cosmic Dancer, Beverly, Underground
Da sx a dx: Beverly, Underground, Balkis, Kernel


Il pezzo forte o meglio fra i prodotti più apprezzati ci sono sicuramente i rossetti. Da quando Nabla li ha messi in commercio li uso molto volentieri in quelle occasioni in cui la tenuta è fondamentale (vi ricordo che non sono prodotti green…ma di questo io e Diana vi abbiamo già parlato). Le mie tonalità preferite sono: Rouge Mon Amour, Balkis, Beverly, e gli ultimissimi arrivati con la collezione Artika, Kernel, Underground e Cosmic Dancer. Questi ultimi li ho anche indossati sulle labbra :) senz’altro il mio preferito in assoluto è Cosmic Dancer (per altro è proprio per le IPS come me!). Rouge Mon Amour è descritto come un “rosso acceso e saturo in base blu per labbra intense. Tecnicamente è un un porpora chiaro che si avvicina al rosso cremisi. Direi che la descrizione è molto calzante; è un colore molto saturo che su di me svela proprio tutto il suo essere saturo. Non è un colore da mezzi termini, non è un rosso banale ma classico. Balkis per me è un odi et amo: è un bellissimo colore che su di me un posi perde, spegnendo la sua componente rosata e svelando quella più grigiastra.

Da sx a dx: Kernel, Cosmic Dancer, Underground
Nabla lo descrive come un nocciola rosato, un marsala nella sua essenza e direi che è proprio così ;) Beverly è uno dei colori che francamente insieme a Cosmic Dancer amo su tutti, è un rosso ma (le descrizioni Nabla sono da premio Oscar davvero <3) ha del lampone che lo armonizza...è un rosso viziato da una nota fredda ma non troppo, è abbastanza difficile anche da fotografare, sulle labbra anche tamponato è fantastico specie in estate ne ho fatto larghissimo uso, illumina lincarnato ed esalta labbronzatura. Kernel è credo il colore più difficile che cè da descrivere: è un nude sostanzialmente, neutro caldo che su di me risulta molto neutro e portabile. Se sommate Amore+Cappuccino+Vino di Neve Cosmetics in questa sequenza otterrete quasi lesatto clone di Kernel :) Underground è un colore dark, rock, sfrontato e sfacciato. Dallo stick sembra un nero viola, sulle labbra è un color melanzana freddo e intenso, su di me è ancora più scuro che su Diana e conferisce a tutto il viso, con qualsiasi trucco occhi, un alone goth...Sicuramente è il colore più stravagante di tutta la collezione Artika. A chi lo consiglio? Lo consiglio a chi porta già colori del genere... forse se tamponato potrebbe anche andar bene ma diciamo che perde moltissimo poi ai fini dellapplicazione. Stranamente nonostante sia scuro non è disomogeneo come tanti altri rossetti su questo tono che rubavo da mia mamma tempo fa. Lo trovo unico nel suo genere, necessita di una matita labbra per essere applicato nel migliore modo possibile. Cosmic Dancer mi ricorda Space Cowboy di Jamiroquai XD continuerò a chiamarlo così nella mia testa. Il suo colore è un viola mirtillo di media tonalità con patinatura pastello come dice Nabla e ha unanima calda e fredda: un contrasto sublime che si crea tra il rosso-mirtillo caldo e profondo della base e il viola bluastro e freddo della superficie. Non saprei esprimermi meglio di loro, pertanto voglio solo aggiungere che non vedo su di me questa patinatura pastelloma bensì vedo un viola molto armonico con i miei colori. Devo dire poi che sulle labbra Cosmic Dancer è perfetto, nello swatch sul braccio ha perso un po' del suo viola vivo...ma perdonerete la luce ballerina di questi giorni <3

Da su a giù: Kernel, Balkis, Underground, Beverly
 


Da su a giù: Kernel, Balkis, Underground, Beverly, Cosmic Dancer Rouge Mon Amour






La nuova palette della collezione Artika ha un pack molto particolare: è nera ed è da 6, ma ha dei glitter argento che la rendono perfetta come regalo per le feste. Al sole vengono fuori tutti i suoi luccichii *-* ed è davvero bellissima. Di tutti i nuovi ombretti quelli che ho selezionato con Diana sono  Chatter Mark e Mellow. Chatter Mark è un color grigio con una vena azzurrina (mi ricorda i colori di diversi ombretti Naked…come  Gunmetal oppure per rimanere in casa nostra, è simile alla matita Radio di Neve Cosmetics, ci sarà uno swatch!). Un argento quindi metallico leggermente azzurrino…cioè talmente grigio che finisce nel metallico, Nabla dice infatti “carta da zucchero”. Nella foto non si nota molto questa componente…ma mi rifarò con gli swatch prossimi sul braccio che ho evitato perché ormai compromesso dai vari rossetti e Crème Shadows, duri a morire anche con  il più potente degli struccanti e detergenti. Mellow invece è un oro taupe freddo, spento,  riscaldato dal leggerissimo duochrome ramato…che è davvero impercettibile. Sembra quasi una satinatura su un’altra satinatura, perfetto per l’angolo interno dell’occhio o sotto la rima verso il condotto lacrimale. Credo che su un’abbronzatura, possa essere utilizzato anche come illuminante, non lo trovo così esagerato da non poterci stare…


Per oggi il mio post si ferma qui, ma sicuramente upperò altri aggiornamenti! <3 :D

A presto con altre reviews ed altre XMas Hits!



Foto, recensioni, editing a cura di Stefania. Prodotti inviati a scopo valutativo da NABLA CosmeticsLa recensione è obiettiva e rispecchia le nostre personali opinioni e le nostre personali esperienze, sul nostro tipo di pelle. Non barattiamo la fiducia dei nostri utenti per avere le grazie delle aziende.

Etichette: , , , , , , , ,

4 Commenti:

Alle 19 dicembre 2015 16:51 , Anonymous Lillina ha detto...

Recensione, come sempre, magistrale! E io, come sempre, cadrò il qualche tentazione natalizia...Cosmic Dancerrrrrr!!!

 
Alle 19 dicembre 2015 17:52 , Blogger Diana Stefania ha detto...

Grazie cara *-* ahhh Cosmic Dancerrrrr!!!!!!!!!!

 
Alle 20 dicembre 2015 10:48 , Blogger She is Mary ha detto...

Mamma mia che belli questi colori *_*
La nuova collezione mi sta tentando tantissimo, continuo a leggere recensioni positive e vedere foto a dir poco stupende! Mi sa che con la scusa del Natale, ci scappa un ordine.... :)
Un bacione :*

 
Alle 24 dicembre 2015 03:13 , Blogger Sara Bì ha detto...

Belli!! Il porta cialde magnetico è nella mia wishlist! Ma come è l'INCI dei prodotti Nabla? Mi hanno detto che il mascara non è bio ma non ha schifezze dentro, e gli altri?
Passa a trovarmi se ti fa piacere! :) http://bellacomeunfiore.blogspot.it

 

Posta un commento

Lascia una piccola traccia del tuo passaggio, non sai quanto ci faccia piacere! ♥

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page